Questo contenuto è disponibile anche in: Inglese Francese Spagnolo

Per svolgere la missione del Servizio penitenziario delle Isole Mauritius, di mantenere i detenuti in custodia di sicurezza, richiede agli agenti di restare calmi e concentrati anche nelle circostanze più stressanti.

Per venire in loro aiuto le autorità penitenziarie hanno recentemente lavorato con i volontari della Fondazione Prem Rawat (TPRF) per offrire il Programma di educazione alla pace (PEP) a 36 agenti, con ottimi risultati. Gli originali corsi multimediali di questo programma, che si basano sui discorsi tenuti in tutto il mondo da Prem Rawat, noto sostenitore della pace, sono progettati per aiutare i partecipanti a sviluppare un senso di forza interiore, di chiarezza e di pace.

L’agente anziano J. K. Taurah dice di essere rimasto “stupefatto” da questo programma e da come ha stimolato un processo di scoperta interiore che lo aiuterà a diventare più comprensivo nei confronti degli altri: “Quando ti senti bene diventi un essere umano che ci tiene. La pace comincia da noi”

Vedianand Bhukhureea, nel suo ruolo di direttore della prigione, ha anche il compito del coordinamento della Scuola di Formazione per gli agenti penitenziari. Ha partecipato al primo corso PEP e dice di essere rimasto profondamente stupito di come abbia cambiato la sua vita; ora è sostenitore di una più ampia diffusione del progetto. “Sarà di beneficio a tutti gli agenti penitenziari e a tutti i detenuti, perché abbiamo bisogno di vivere in armonia. Abbiamo bisogno di comprendere l’uno il valore dell’altro in quanto esseri umani.

Il signor P. Appadoo, commissario della prigione, è stato anche lui colpito dai risultati del progetto pilota e adesso vuole che sia offerto agli agenti di tutte le 12 strutture correzionali del Paese. “Ho visto – ha detto – che ha un forte impatto sugli agenti. Essi reagiscono in maniera positiva e sarà molto, molto utile per il nostro servizio. Sono convinto che se lo offriamo a un numero maggiore di agenti sarà di grande beneficio.”

Questa risposta positiva rispecchia quella di altri partecipanti al PEP in tutto il mondo. Il corso è stato offerto in 74 Paesi ed è stato di beneficio a gruppi di tipo molto diverso, come altri detenuti e agenti di pubblica sicurezza, ma anche dirigenti di grandi aziende, studiosi e altri ancora.

Il PEP è ampiamente disponibile ai detenuti in altri Paesi ed è stato dimostrato che aiuta moltissimo la loro riabilitazione. Il signor P. Appadoo, conformemente a questa tendenza, vorrebbe che il programma fosse offerto ai detenuti nelle Mauritius per ridurre l’indice di recidiva. “Il PEP aiuta ad arrivare alle radici del problema. Possiamo ridurre quell’indice se li sensibilizziamo e li aiutiamo a trovare la pace della mente, li aiutiamo a conoscere se stessi e a trovare pace dentro di sé. Penso che avremo dei buoni risultati.” L’accoglienza che il servizio penitenziario ha dimostrato al PEP è simile a quella dimostrata dalle forze di polizia delle Mauritius. Gli agenti di polizia che hanno partecipato a una serie iniziale di corsi presso il quartier generale di Port Louis hanno riportato che coltivare un senso di pace personale li aiuta a conservare la pace pubblica. Questi risultati hanno convinto il Vice Capo di Polizia ad approvare altri corsi PEP per gli agenti in tutto il Paese.

Share this story

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailFacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail