Annelies Bertsch (nella foto a destra con Marielle Comeau) è una volontaria del Peace Education Program (PEP) in Canada. In questo blog ci parla della sua presentazione del Programma al Convegno Nazionale sulla giustizia riparativa.

Provenendo da parti opposte del paese, Vittoria e Montreal, Marielle e io ci siamo incontrate nel centro della nazione per un’occasione importante: siamo state delegate a presentare il PEP all’annuale Convegno Nazionale sulla giustizia riparativa nella città di Saskatoon, nello stato del Saskatchewan.

Sono stati due giorni molto intensi! Avere a che fare con persone così esperte e impegnate nel campo della giustizia riparativa, a sostegno di singoli e comunità, è stato per noi un momento prezioso di apprendimento e condivisione.

La nostra presentazione è durata 90 minuti e si è svolta così:

Per prima cosa abbiamo tracciato una panoramica del PEP e mostrato il video di 10 minuti “Peace on the Inside” (“La pace dentro di noi”). Poi abbiamo lasciato spazio alle domande.

Nella la seconda parte abbiamo mostrato ai partecipanti un esempio di sessione PEP, proiettando 37 minuti di video sul tema della scelta e dando spazio a due tempi di riflessione. I nove delegati del convegno che hanno partecipato alla nostra presentazione erano molto concentrati, si sono espressi con attenzione durante i tempi di riflessione e hanno apprezzato molto il seminario. Cinque persone hanno chiesto copie del video “Inside Peace” (Pace interiore”) che mette in risalto l’influenza positiva del PEP sui detenuti del Texas che si accingono a rientrare nella società. Uno dei partecipanti era il sovrintendente del dipartimento delle scuole indiane di Lac La Ronge.

Al nostro tavolo espositivo nella hall abbiamo distribuito 40 depliant, 60 penne con l’indirizzo del sito web del PEP e 50 biglietti da visita.

La presenza di rappresentanti dei nativi al convegno è stata forte e ne ha influenzato molto piacevolmente l’atmosfera e il contenuto. Il principale presentatore del convegno, Simon Bird, era uno di questi, un uomo molto simpatico che, tra le sue varie attività, insegna la lingua indigena Cree online, a quanto sembra in modo molto efficace e umoristico. L’oratrice principale, Waneek Horn-Miller, un’atleta olimpica di nazionalità Mohawk è stata straordinaria nel condividere la storia della sua vita e nell’esprimere il suo apprezzamento per essere cresciuta con una madre molto forte. Un altro oratore di grande rilievo è stato Cadmus Delorme, capo 35enne della nazione Cowess, che ha condiviso la sua storia e le sue intuizioni con passione, intelligenza e umorismo.

Grazie a questo gruppo eterogeneo di partecipanti abbiamo potuto stabilire relazioni con varie persone, tra cui:

• Un giovane assistente sociale dell’organizzazione no profit Street Culture di Regina

• Il vice ministro aggiunto dei tribunali presso il Ministero della Giustizia del governo del Saskatchewan

• I volontari per la giustizia riparativa di Kamloops, Columbia Britannica

• I delegati del Quebec che lavorano in ambito penitenziario

• Padre Andre, del Saskatchewan, che lavora con persone che vogliono uscire dalle bande

Il PEP è un programma di un livello tale che è stato un onore poterlo presentare e constatare la sua efficacia sui partecipanti che guardavano, ascoltavano e rispondevano in modo così positivo. Grazie ai donatori, ai volontari e tutti coloro che sostengono l’educazione alla pace!

Video di introduzione al PEP:

Share this story

FacebooktwitterredditpinterestlinkedinmailFacebooktwitterredditpinterestlinkedinmail