Ogni giorno Prem Rawat sta offrendo dei messaggi di incoraggiamento che danno speranza a centinaia di migliaia di persone che sono alle prese con lo stress e le incertezze dovute alla pandemia da COVID-19.

In ogni video “In quarantena”, affronta l’argomento del giorno con chiarezza, buon senso e umorismo, utilizzando spesso delle storie per spiegare il suo messaggio. Risponde anche a commenti e domande che gli vengono inviati. Durante un episodio recente, il “Giorno 14”, ha dato spazio alle espressioni e alle domande che ha ricevuto dai detenuti che, in tutto il mondo, hanno partecipato al Programma di Educazione alla Pace.

Il Programma di Educazione alla Pace è una innovativa serie di seminari che aiutano le persone a scopire i propri punti di forza interiori e la pace personale. Tramite la ong che ha fondato, La Fondazione Prem Rawat, (TPRF), Prem mette il programma a disposizione, gratuitamente, a una vasta gamma di gruppi di persone tra cui migliaia di detenuti nelle carceri di tutto il mondo.

Prem Rawat inmates lettersMolti di questi detenuti scrivono a Prem per esprimere il proprio apprezzamento per il programma, e risulta evidente dai commenti che Prem ha condiviso in quel video “In quarantena” che il programma aiuta molti a sentirsi fiduciosi e positivi anche dietro le sbarre. Ora che tanti spettatori stanno sperimentando la quarantena imposta dal divieto di uscire, quell’episodio ha contribuito a far capire che se persino i detenuti possono provare la pace personale, è possibile farlo anche in altre situazioni difficili, come questa.

“Il corso sulla pace mi ha fatto aprire gli occhi. Mi piace davvero molto imparare della ricchezza interiore e del poter essere contenti, al di là di qualunque circostanza” ha detto un detenuto in un carcere del Nord Carolina, come ha riferito Prem nella trasmissione.

“Dal Programma di Educazione alla Pace ho imparato che ho già la pace e il potere di forgiare il mio stesso destino” ha detto un altro.

Prem Rawat inmates event“Ho frequentato il Programma di Educazione alla Pace e ciò mi ha ispirato a fare molte cose buone nella mia vita. Ho trovato la pace nel profondo di me stesso. Può anche essere solo un piccolo seme, ma fa tanto bene. Quando ho cominciato a curarmi del seme della pace, questo ha iniziato a influenzare la mia vita quotidiana. Posso descriverlo come amore o come un abbraccio, perché è così che mi fa sentire” ha detto un detenuto che ha preso parte al programma in un carcere in Grecia. “Ogni giorno mi sento pieno di tutto ciò che mi è stato insegnato in questo programma, e mi auguro che tutti possano venire influenzati dalla pace. Adesso mi sveglio con gioia e gratitudine per ogni cosa.”

Nella sua risposta, Prem ha notato che “Queste persone sono in isolamento, e lo sono ancora. E sapete, forse presto questa cosa del coronavirus finirà e noi potremo uscire e muoverci, ma queste persone resteranno in isolamento. E quant’ è importante per loro provare pace, e che voi proviate pace. Tutti dovrebbero provare pace, nella vita.”

Lockdown promoGuarda il “Giorno 14 della serie “In quarantena” qui per vedere la parte che illustra il Programma di Educazione alla Pace, oppure guarda la serie intera in sequenza qui.

Scopri di più sul Programma di Educazione alla Pace qui.

Share this story

FacebooktwitterredditpinterestlinkedinmailFacebooktwitterredditpinterestlinkedinmail