Foto di Lucy Collins

I detenuti Joseph Paul e Pradel Lucas, sono rimasti tanto colpiti dal Programma di Educazione alla Pace che hanno voluto offrire il seminario anche agli altri Haitiani detenuti nell’istituto penale Everglades (ECI) di Miami, in Florida. Così, con l’aiuto dei funzionari del penitenziario e di volontari esterni, hanno cominciato a tradurre il seminario in creolo di Haiti, affinché ne possano trarre beneficio anche i loro connazionali che non parlano inglese.

Joseph, di professione insegnante di scuola superiore, ha tradotto simultaneamente i video dei discorsi di Prem Rawat. Inoltre ha anche tradotto, in seguito, le riflessioni e le discussioni fra i detenuti occorse durante le sessioni. Ecco cosa afferma Joseph sull’effetto che il programma ha avuto sulla sua vita:

“Partecipare al programma in un modo così diretto mi ha dato l’opportunità di fare esperienza di un dono interiore che ho riscoperto. Il programma ha acuito la mia consapevolezza della forza, dell’umiltà, della bellezza e dell’amore. Grazie al fatto che sono un essere umano, queste qualità esistono dentro di me. Provo un nuovo senso di armonia e di apprezzamento, nella mia vita, e più amore e devozione verso i valori e i problemi umani.

Sono onorato di adempiere alle funzioni essenziali di traduttore in creolo, che permette agli Haitiani di comprendere il seminario, altrimenti non sarebbero in grado di parteciparvi. Questo mi da anche una ulteriore possibilità di comprendere il valore del Programma nella mia vita.

Dedicarmi al programma mi ha premiato con la possibilità di liberarmi dall’ostilità, dalle avversità, e di provare gioia e serenità. Sto imparando ad essere in pace con me stesso.”

Anche Pradel Lucas, un assistente legale che aiuta gli altri detenuti che hanno problemi giudiziari, afferma che per lui partecipare al Programma di Educazione alla Pace è stata un’esperienza profondamente commovente.

“Fare parte del Programma di Educazione alla Pace mi aiuta a comprendere il valore di sentire la pace interiore, un dono divino che non può essere dato né trovato all’esterno. I video hanno reso chiaro che senza la pace interiore non può esserci vera gioia; che la pace è una necessità, e che già risiede dentro ognuno di noi. Mi auguro che questo messaggio e il Programma di Educazione alla Pace possano un giorno arrivare fino ad Haiti.”

Questi sono alcuni commenti degli altri partecipanti alle sessioni in creolo del programma in quel penitenziario:

“Ricordo questa frase: ‘A volte le decisioni sbagliate ti conducono nel posto giusto.’ Io so di aver commesso dei crimini e di conseguenza sono finito qui. Ma se ciò non fosse accaduto non avrei mai sentito parlare del Programma di Educazione alla Pace. Sto scoprendo mela cosa più importante.”

“Questo programma è il momento clou della mia settimana. Nella mia vita mancava qualcosa, e questo programma mi sta aiutando a trovarlo. È importante che tutti in questo mondo abbiano accesso a questo programma.”

“Ascoltando questo programma, sto imparando a interrompere il ciclo della confusione e delle scelte sbagliate che mi hanno portato in prigione.”

“È stato un onore ascoltare questi video. Parlano di qualcosa che conoscevo da bambino e che devo imparare di nuovo. I video sono molto potenti. Sto imparando quanto sia importante il respiro.”

“Ho provato più pace da quando ho cominciato ad ascoltare Prem che in tutti i 18 anni che ho trascorso qui.”

“Ho trascorso la mia vita come uno zombie. Ora mi comporto in modo diverso. Do spazio all’amore, mi sento vivo, mi sento grato, mi sento in pace.”

Il materiale del Programma di Educazione alla Pace è stato tradotto in 37 lingue, tra cui creolo di Mauritius. Finora non c’era stata richiesta per il creolo di Haiti.

Scopri di più su come tu o la tua organizzazione può cominciare a proporre il programma.

Share this story

FacebooktwitterredditpinterestlinkedinmailFacebooktwitterredditpinterestlinkedinmail